Vivi Domotica

Home > Blog > Bando regionale per Riqualificazione energetica di piccole e medie imprese



Bando regionale per Riqualificazione energetica di piccole e medie imprese


Autore: vividomotica
Data: 12/6/2014
Argomento: Energie Rinnovabili
Visite: 380
Tags:








Riqualificazione energetica di imprese turistiche e commerciali

Asse 3: Qualificazione energetico ambientale e sviluppo sostenibile

Scadenza: 15/07/2014

Attività III.1.2 Sostegno a progetti innovativi nel campo delle tecnologie energetico-ambientali volti al risparmio energetico e all'utilizzo delle fonti rinnovabili

Avviso: il bando è stato integrato, con delibera di Giunta n. 558 del 28 aprile 2014, includendo tra i soggetti che possono presentare domanda gli stabilimenti termali autorizzati ai sensi della L.R. 32/1988.

Il bando - approvato con delibera di Giunta regionale n. 438 del 31 marzo 2014 - mette a disposizione 7 milioni di euro per sostenere la qualificazione ambientale ed energetica del sistema produttivo regionale, in particolare dei settori del commercio e del turismo, attraverso il cofinanziamento di interventi finalizzati a promuovere il risparmio energetico, l'uso efficiente dell'energia e la valorizzazione delle fonti rinnovabili.

Possono fare domanda le piccole e medie imprese, compresi i consorzi e/o le società consortili, costituiti anche in forma cooperativa o di associazione temporanea d'impresa, aventi sede operativa in Emilia-Romagna (intesa come sede in cui si svolge l'attività economica e in cui saranno realizzati gli interventi agevolabili ai fini del bando). Per quanto riguarda il settore del turismo, possono presentare domanda le imprese appartenenti alle categorie definite negli articoli 5-11 di cui alla legge regionale 16/2004 (strutture ricettive alberghiere, extraalberghiere e strutture ricettive all'aria aperta). Per quanto riguarda il settore del commercio, la misura si rivolge alle imprese che esercitano attività all'ingrosso o al dettaglio e di somministrazione al pubblico di alimenti o bevande. Sono inoltre ammesse le imprese la cui attività rientra nelle categorie definite come stabilimenti balneari e termalidiscoteche e sale da ballo.

Tra gli investimenti ammissibili figurano: interventi integrati di risparmio energetico o di miglioramento dell'efficienza energetica e impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili; installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. I progetti presentati, per essere ammessi, dovranno comportare una spesa non inferiore a 20mila euro. Il contributo regionale è concesso nell'ambito della regola del "de minimis", nella misura massima del 40% delle spese ammesse e fino ad un massimo di 150.000 euro.










COMMENTI





COMMENTI DA FACEBOOK









ARGOMENTI DEL BLOG

CERCA IL POST

Periodo


Argomento



Ricerca nel blog





I PIÙ VISITATI
Come è fatto un impianto elettrico domotico?
vi spieghiamo cosa installiamo all'interno delle pareti di una casa domotica

Quando pensiamo alla domotica, quindi all'impianto elettricodella casa intelligente, non riusciamo ad associarvi una immagine precisa, contrariamente a quanto accade durante la prova di un'automobile che trasmette valori come il design e comunica l'immagine di chi la guida. Affronteremo questo ... Vai al post



La domotica in una ristrutturazione
come la domotica facilita le ristrutturazioni

Fra le domande più frequenti che ci rivolgono, troviamo: "la domotica è solo per le case nuove?". Noi rispondiamo che la domotica rende più semplice la ristrutturazione, grazie all'impiego di un solo cavo dalla sezione molto ridotta: il cavo BUS. L'esperienza ... Vai al post






LE ULTIME DAL FORUM

Controllo consumi dal pc


Salve cosa mi consigliate senza spendere troppo per tenere sotto controllo scaldabagno e magari qualche altro elettrodomestico in wireless dal pc? Leggi tutto

trattini












Questo sito utilizza cookie, per saperne di più clicca qui. Cliccando su ok accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Web Agency Parma: Layoutweb

Legal notes